PICCOLO CIRCUITO km. 72
Vi si disputarono le edizioni che vanno dal 1932 (23^ Targa Florio) al 1936 (27^) e dal 1951 (35^ Targa Florio) al 1977 (61^) con un minimo di 2 giri per complessivi 144 km. del 1936 (27^ Targa Florio) ad un massimo di 14 giri per complessivi 1.008 km. nelle edizioni del 1958 (42^) e del 1959(43^).

targa florio

Targa Florio 1972

1972 - Il 21 maggio 1972 parte la 56ª edizione della Targa Florio sul piccolo circuito delle Madonie, 11 i giri da percorrere per un totale di 792 km. La gara e' valida per il campionato del Mondiale Marche, che secondo il nuovo regolamento era riservato alle vetture Sport Prototipo fino a 3 litri. La Ferrari schiera una sola vettura in virtù del campionato già vinto, la fantastica 312 P con motore Boxer, che aveva dominato tutte le gare della stagione a cui aveva partecipato surclassando le rivali, viene affidata alla inedita coppia Merzario-Munari. L'alfa Romeo scende in campo decisa e convinta di vincere questa Targa e spezzare così il predominio Ferrari schierando quattro 33tt3 a 8 cilindri di 3 litri affidandole a piloti esperti come: De Adamich-Hezemans, Stommelen-Vaccarella, Elford-Van Leneep e Galli-Marko, con le Lola e le Porsche a fare da terzo incomodo. Parte per primo Elford, dopo un minuto De Adamich, poi la Ferrari con alla guida Merzario, quindi Galli con l'Alfa n° 5 e in ultimo la coppia regina dell'Alfa n° 1 dei favoritissimi Stommelen-Vaccarella con al volante il palernitano. Elford tenta subito di fare il vuoto dietro di se', ma la corsa per lui finisce quasi subito, e' gia' fuori gara alla fine del primo giro per la rottura della coppa dell'olio della sua Alfa. In testa si porta subito la Ferrari di Merzario che raggiunge e supera gia' dal primo giro l'Alfa di De Adamich, seguono in classifica Galli e Vaccarella. Uno strepitoso Vaccarella si porta al secondo posto a discapito del compagno Galli, arriva ai box per cedere l'auto a Stommelen, che salito sull'auto si accorge che il motore non gira come dovrebbe, non sale di giri, e purtroppo è il ritiro inevitabile. L'Austriaco Marko intanto a preso il posto di Galli sull'Alfa n° 5 e raggiunge la Ferrari su cui era salito a sua volta Munari, Marko ben presto lo accoda, lo studia per alcuni km e infine lo supera con una manovra spettacolare al bivio di Polizzi. È un Marko scatenato che infila giri veloci su giri veloci, stabilendo alla fine il miglior giro di giornata e il secondo per soli 5 secondi di tutti i tempi. Quando alla fine del quarto giro lascia la guida a Galli ha un vantaggio sulla Ferrari seconda di circa un minuto e mezzo, Munari aveva scelto una guida prudente senza rischi perdendo tutto il vantaggio accumulato da Merzario. Questo tornato alla giuda con due giri da brivido sotto i 35 minuti riporta in testa la Ferrari mentre Galli tornato anche lui in pista non riesce a tenere il ritmo imposto da Merzario, anzi mentre era già secondo si concede una distrazione intraversandosi dopo una doppia curva che gli costa quasi un minuto, ai box consegna la macchina a Marko con uno svantaggio di un minuto e mezzo. Marko non si rassegna e parte subito come un razzo e incomincia un prodigioso recupero. La gara ormai volge al termine mancano infatti 150 km, sotto un sole cocente di mezzogiorno si consuma uno dei duelli piu' belli di tutta la storia della Targa Florio.
Merzario in testa accusa dolori alla schiena causati dal seggiolino supplementare, questo disagio gli costa numerosi secondi al giro, Marko invece è una furia, metro dopo metro mangia terreno alla Ferrari. All'inizio dell'ultimo giro il distacco tra i due è di 42 secondi, ma gia' a Caltavuturo è sceso a 32, al bivio per Polizzi guadagna ancora e si porta a 28, e a Collesano il vantaggio della Ferrari è sceso a 20 secondi. Inizia la discesa verso il mare dove si fa la differenza, all'ingresso di Campofelice Marko e a soli 18 secondi, ma Merzario stringe i denti non concedendo più nulla a Marko che si deve arrendere dopo un ultimo giro da record fatto in 33'41 che sarà la seconda prestazione di tutti i tempi. Vincono Merzario-Munari questa 56ª edizione della Targa Florio in 6h27'48 alla fantastica media di 122'537 km/h record assoluto mai piu' battuto, secondi la coppia Marko-Galli su Alfa Romeo in 6h28'04, terzi l'altra coppia Alfa De Adamich-Hezemans in 6h46'12. Questa Targa del 1972 resta come la piu' bella del ciclo Mondiale per i toni agonistici raggiunti, fu' la Targa della battaglia all'ultimo secondo, la Targa del ritorno Ferrari che batte lo squadrone Alfa con una sola vettura.

Fonte: targa-florio.net

Ferrari  312 P/B  (# 3) - ARTURO MERZARIO / SANDRO MUNARI

in 6h. 27' 48" media 122,537 kmh. 11 giri - part. 76 classificati 38
2° ALFA 33 TT3 (# 5) - NANNI GALLI / HELMUT MARKO GIRO VELOCE
ALFA 33 TT3  (# 4) - ANDREA DE ADAMICH / TOINE HEZEMANS
LOLA T 290  (# 8) - ANTONIO ZADRA / ENRICO PASOLINI
PORSCHE 911 S (#38)  PINO PICA / GABRIELE GOTTIFREDI
PORSCHE 911 S 2,4 S (#25) - STECKKONIG / "VON HUSCHKE" GIULIO PUCCI
7° ABARTH 2000 SP (# 7) - GIUSEPPE "BEPPE" VIRGILIO / LUIGI TARAMAZZO
LOLA T212 AR (#56) - MAURIZIO ZANETTI / UGO LOCATELLI
PORSCHE 914/6 (#35) - DIETER SCHMID / ARMANDO FLORIDIA
10° PORSCHE 911 2,4 S (#23) - JÜRGEN BARTH / MICHAEL KEYSER
11° AMS FORD (#60) - MARIO BARONE / FRANCESCO CERULLI-IRELLI
12° ALFA ROMEO GTA (#85) - "PAUL CRIS" / ENRICO DE FRANCHIS
13° PORSCHE 911 (#47) - GIAMPAOLO BARUFFI / GIANCARLO GALMOZZI
14° PORSCHE 911 (#42) - O. FERRARI / GIANFRANCO PAPETTI
15° PORSCHE 911 (#23) - ALESSANDRO MONCINI / LUIGI CABELLA
16CREVRON B19 (#54) - PASQUALE ANASTASIO / GIOVANNI BOERIS
17° PORSCHE 911 S (#32) - GIROLAMO CAPRA / ANGELO LEPRI
18° ALPINE A110 (#77) - EMILIO PALEARI / GIROLAMO BERTONI
19° ALFA ROMEO GTA (#88) - MICHELE TERMINELLO / GIUSEPPE ESPOSITO
20° PORSCHE 911 (#44) - GIANNI MARINI / MIRTO ANTIGONI

targa florio

 

 

 

 

 

 

Merzario e la sua Ferrari 312P "muletto" provano la Targa. Sempre spettacolari gli attraversamenti dei paesi (in questo caso Campofelice) che si trovano lungo il tormentato percorso.

targa florio Arturo Merzario e Sandro Munari su Ferrari 312 P vincono la 56^ Targa Florio con appena 16.9" di vantaggio sulla coppia Galli-Marko su Alfa Romeo 33tt3 con l'austriaco Marko che ferma i cronometri all'11° e ultimo giro sullo strepitoso tempo di 33'41" secondo tempo di sempre.

Fonte:www.targaflorio.info/